Vita dura per le ostriche selvatiche…

44cafde6dff6a17cbe66a33.jpg3 febbraio 2011 – Addio alle ostriche ‘selvatiche’, gli intenditori dovranno accontentarsi di quelle coltivate. Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista BioScience secondo cui il 90% dei banchi nativi di questi molluschi è ormai scomparso, con i restanti in grave pericolo.

Lo studio dell’università della California ha esaminato lo stato di 144 baie e 44 ecoregioni in tutto il mondo una volta conosciute come grandi produttrici di ostriche, confrontando i dati sulla raccolta negli ultimi decenni. Il risultato è stato che il 90% dei banchi è stato perso, con diverse aree in cui la presenza di ostriche native è inferiore all’1%, e sono quindi considerate ‘funzionalmente estinte’.

Attualmente il 75% delle ostriche ‘selvatiche’ pescate viene da cinque ecoregioni del nord America, le cui condizioni però sono in rapido declino, fatta eccezione per il golfo del Messico. “

Una volta le ostriche dominavano diversi estuari, di cui erano un elemento fondamentale per l’ecosistema – spiegano gli autori – ma secoli di sfruttamento uniti alla degradazione delle coste hanno ormai spinto i banchi nativi sull’orlo dell’estinzione in quasi tutto il mondo”.

Fonte: ANSA

VEDI LE ALTRE NOTIZIE

 

RISTO-CONSIGLIATI.gif

NAPULE-E-NA-VOTA.jpg

ALTRI_EVENTI.gif

Vita dura per le ostriche selvatiche…ultima modifica: 2011-02-03T12:41:00+01:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento