Farfalle con salsiccia e porri

709698eaeebbdf5a35f3e16.jpgDifficolta’:

 

644e7a0001c9dece0675b7d.gif



 

 

In poco tempo potrete realizzare un piatto davvero gustoso…
Vedrete letteralmente volare via le farfalle dai piatti dei vostri amici…

http://www.mangiareinliguria.it/forum/Smileys/icona-forum/cuoco.gif

 

 

 

Cosa serve:

Per 4 persone

320 gr. di pasta tipo farfalle
2 porri
300 gr. di salsiccia
vino bianco secco
latte fresco
parmigiano reggiano grattugiato
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

Come si prepara:

Eliminate le radichette e almeno i 2/3 della parte verde dei porri.
Lavateli, asciugateli e tagliateli a rondelle.

Incidete la salissica nel senso della lunghezza in modo da eliminare facilmente il budello e sgranatela per bene aiutandovi con una forchetta.

Scaldate una ampia padella antiaderente con 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva.
Unite i porri e fateli rosolare a fiamma bassa per 2-3 minuti.
Alzate un po’ la fiamma e unite la salsicia sbriciolata.
Dopo 4 minuti irrorate con 1/2 bicchiere di vino bianco e fatelo evaporare completamente.

Abbassate ancora la fiamma e versate 1 dl. di latte.
Proseguite la cottura per almeno 10 minuti.
Regolate di sale e pepe.

Intanto portate a ebollizione abbondante acqua salata e cuocete le farfalle.
Tenete da parte 2-3 cucchiai dell’acqua di cottura della pasta.

Scolate le farfalle e trasferitele nella padella con il sugo con un po’ dell’acqua di cottura messa da parte.

Mescolate bene e lasciate insaporire per 1 minuto.
Servite con una bella grattugiata di parmigiano sulle farfalle.


dada4b79a21725276c7d283.gif

 

 

 

 

Tortino con broccoletti e salsiccia

Ho sperimentato anche l’abbinamento broccoletti-salsicce-scamorza affumicata e devo dire che il risultato e’ ottimo !
La lavorazione è abbastanza semplice e non richiede molto tempo…
siete disposti a leccarvi i baffi anche se non li avete ?


Spaghetti con le noci all’avellinese

Una gustosa ricetta della tradizione culinaria avellinese.
In quelle zone e’ consuetudine prepararla la sera della vigilia di Natale.
E’ davvero squisita… consiglio di provarla appena avete un po’ di noci e nocciole tra le mani…


Pappardelle con funghi porcini e speck

Per tutti gli amanti dei funghi porcini…
un bel piatto che soddisfera’ anche i palati piu’ esigenti…
Semplice da realizzare e davvero una gustosa pietanza !

 

Gratin di pomodori e funghi porcini

Per gli amanti dei funghi porcini… un piatto semplice da realizzare e davvero gustoso…

 

Lasagne al pesto con provola affumicata

Oggi ho provato questa buona variante della tradizionale lasagna.
Il classico pesto ligure unito alla Bechamel fornisce un sapore davvero interessante alle lasagne.


Lasagna al ragu’ con salsiccia e porcini

Una lasagna non proprio tradizionale ma da provare !
Non ci sono le polpettine ma vi troverete carne di manzo e salsiccia.

Un po’ di porcini renderanno il piatto ancor piu’ gustoso !

 

Spaghetti ai peperoncini  verdi

Colateli su carta assorbente da cucina e salatei. Rosolate l’aglio in 5 cucchiai di olio extravergine. Lessare gli spaghetti, colateli e versatei nel tegame con l’aglio. Aggiungete a questo punto i peperoncini, del basilico tritato, sale e pepe.

 

Vermicelli alla puttanesca

Una curiosità:
il principe De Curtis, in arte TOTÒ, era enormemente goloso di questo piatto.

 

Spaghetti con alici fresche, spunzilli e…

Mettete a soffriggere uno spicchio di aglio tritato, i peperoncini verdi dolci tagliati ad anelli, le alici deliscate e fatte a pezzetti e i pomodorini a dadini e le olive private del nocciolo. Aggiungetevi un mestolo dell’acqua di cottura della pasta e un pizzico di sale.

 

Conosci cio’ che mangi:

18dec91a0a2587516ece8b9.jpgIl porro (Allium Porrum) è un ortaggio dal gusto molto simile alla cipolla, infatti la può sostituire nelle preparazioni gastronomiche.
La sua origine è incerta, ma si pensa che provenga dai territori celtici, in quanto già 3000 anni vi era coltivato. Lo conoscevano ed usavano anche gli Egiziani, ma fu introdotto in Europa dai Romani.

Quando li acquistate preferite i porri con gambi ben sodi, diritti e sormontati da un ciuffo di foglie turgide e di colore verde scuro; non ci devono essere foglie ingiallite o avvizzite poiché è segno di scarsa freschezza.


Del porro si utilizza la parte inferiore del fusto, bianca e tenera, e bisogna acquistarlo e consumarlo fresco, altrimenti col tempo risulterà acre. La parte bianca deve essere ben turgida e le foglie verdi serrate, fino alla metà del porro. Per prepararlo all’uso bisogna eliminare la barbetta alla base del bulbo e quasi tutta la parte verde. Di solito va poi tagliato a rondelle.


Il proverbio del giorno

Fa’ l’amico e ‘mprena’ ‘a vajassa
Si comporta da amico, ma ingravida la serva

Ossia

Lo si dice di colui che la madrelingua definisce «doppiogiochista», come di chi frequenta la casa  in maniera amichevole, ma con l’intento riposto di dare la scalata alla domestica.

 

mail.png
Vuoi essere avvisata ogni volta che viene pubblicata una nuova ricetta ? Manda una email a donmimi@email.it con oggetto: “avvisami di nuova ricetta”

In qualsiasi momento potrai sospendere il servizio.

 

banner-promo.gif

NAPULE-E-NA-VOTA.jpg

Farfalle con salsiccia e porriultima modifica: 2011-01-20T12:50:00+01:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento