Bucatini all’Amatriciana

01ac32333c3703538e782d7.jpgDifficolta’:

644e7a0001c9dece0675b7d.gif

644e7a0001c9dece0675b7d.gif

 

 

 

I bucatini all’Amatriciana nascono come piatto dei montanari e dei pastori dei monti dell’appennino centrale (tra le Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio) che erano usi condire dei grossi spaghettoni, o comunque pasta lunga senza uova, con le materie prime povere di cui disponevano: pezzi di lardo rosolati e pecorino o ricotta secca. Una ricetta quindi che pur non appartenendo alla tradizione campana, pubblico ben volentieri perche’ da molti richiesta…

 

Cosa serve:

Per 4 persone

380 gr di bucatini (o spaghetti)
400 gr di pomodori
100 gr di guanciale stagionato
60 gr di pecorino stagionato
Olio extravergine d’oliva
vino bianco secco
sale e pepe

Come si prepara:

Tagliare il guanciale a dadini e fatelo rosolare in poco olio extravergine d’oliva a fuoco basso in una ampia padella antiaderente.
Appena il grasso è diventato trasparente aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco secco e fate evaporare,.
Aggiungete a questo punto i pomodori tagliati a pezzetti e fate cuocere per 5 minuti a fuoco vivace.

Lessate intanto la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e unitela al sugo insieme al pecorino grattugiato.
Mescolate bene per condire uniformemente la pasta e servite.

La ricetta rispetta la tradizione di Amatrice, ma esistono anche delle varianti che potete provare; è molto diffuso infatti l’uso della cipolla tritata come aggiunta al soffritto del guanciale, ed anche quest’ultimo, a volte viene sostituito dalla pancetta.

 

dada4b79a21725276c7d283.gif

 

 

 

 

 Penne  con zucchine e gamberi

Il mio suggerimento e’ di scongelarli in frigorifero anche se questo richiede un certo tempo, non cuoceteli semi congelati, e non affrettate il processo con acqua calda o peggio con il microonde, in questo caso rischiate di ritrovarvi con gamberi mezzi cotti prima di cominciare.

Penne  alla pirata

Facile e gustoso.
Indicato anche nel periodo estivo.

Da provare !

Spaghetti con le noci all’avellinese

Una gustosa ricetta della tradizione culinaria avellinese.
In quelle zone e’ consuetudine prepararla la sera della vigilia di Natale.
E’ davvero squisita… consiglio di provarla appena avete un po’ di noci e nocciole tra le mani…

Pappardelle con funghi porcini e speck

Per tutti gli amanti dei funghi porcini…
un bel piatto che soddisfera’ anche i palati piu’ esigenti…
Semplice da realizzare e davvero una gustosa pietanza !

Ziti con menta e pecorino

Facili e veloci da preparare…
Da gustare in compagnia di un bel vinello bianco freddo.

Linguine ai funghi chiodini

l chiodini ( ‘e chiuvetielli) sono funghi che crescono ad esemplari numerosi su ceppi o tronchi di latifoglie e di vecchie conifere.
Non sono funghi pregiati però sono di facile reperibilità in tutt’Italia, poco costosi e con sapore dolce negli esemplari

Fusilli con broccoletti

Ecco una maniera di sposare i fusilli con i broccoletti per dar vita ad un piatto gustoso e di semplice esecuzione !

Spaghetti ai peperoncini  verdi

Colateli su carta assorbente da cucina e salatei. Rosolate l’aglio in 5 cucchiai di olio extravergine. Lessare gli spaghetti, colateli e versatei nel tegame con l’aglio. Aggiungete a questo punto i peperoncini, del basilico tritato, sale e pepe.

Vermicelli alla puttanesca

Una curiosità:
il principe De Curtis, in arte TOTÒ, era enormemente goloso di questo piatto.

Spaghetti con alici fresche, spunzilli e…

Mettete a soffriggere uno spicchio di aglio tritato, i peperoncini verdi dolci tagliati ad anelli, le alici deliscate e fatte a pezzetti e i pomodorini a dadini e le olive private del nocciolo. Aggiungetevi un mestolo dell’acqua di cottura della pasta e un pizzico di sale.

 

Conosci cio’ che mangi:

e07d0a0594aa82094d4cd7a.jpgLa ricetta originale, nata ad Amatrice, una piccola cittadina Laziale al confine con l’Abruzzo, prevede rigorosamente gli spaghetti e non i bucatini. Persino i cartelli Comunali all’ingresso della città indicano “Amatrice, Città degli Spaghetti”.
Non prevedeva l’uso di aglio, cipolla, peperoncino e nemmeno di pomodoro, che arrivò dall’America solamente qualche secolo dopo la comparsa degli spaghetti…

Quindi volendo rispettare la tradizione bisognerebbe utilizzare guanciale stagionato, niente aglio nè cipolla, pomodori freschi, sale e pepe.

Ovviamente nulla vieta di aggiungere aglio e cipolla, se così consiglia il gusto personale !

 

 

Il detto del giorno:

VACO E VVENGO, CU ‘A GUALLERA CA TENGO

Vado e vengo, nonostante abbia l’ernia

Ossia:

Lo si dice quando si sia costretti a un lungo peregrinare, nonostante le proprie precarie condizioni fisiche


 

mail.png
Vuoi essere avvisata ogni volta che viene pubblicata una nuova ricetta ? Manda una email a donmimi@email.it con oggetto: “avvisami di nuova ricetta”

In qualsiasi momento potrai sospendere il servizio.

 

banner-promo.gif

NAPULE-E-NA-VOTA.jpg

Bucatini all’Amatricianaultima modifica: 2011-01-13T12:39:00+01:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento