I dolci campani di Natale: I Susamielli

ea6bcfb48c9c19c7a49bb46.jpgDifficolta’:

644e7a0001c9dece0675b7d.gif644e7a0001c9dece0675b7d.gif



 

A forma di ‘S’ i Susamielli venivano impastati con del miele liquido ed anticamente venivano distinti in sosamiello nobile, preparato con la farina bianca e v’era l’usanza di offrirlo alle persone di riguardo, il sosamiello per zampognari, impastato con farina ed elementi di scarto, che veniva offerto al personale di servizio ai contadini in visita e a coloro che venivano a suonare in casa, ed in ultimo il sosamiello del buon cammino imbottito con la marmellata di amarene e che veniva offerto ai soli religiosi.

48px-Gnome-face-smile.svg.png

 

 

 

Cosa serve:

Per 8 persone

250 gr. di Farina
250 gr. di miele
100 gr. di zucchero
100 gr. di mandorle
un po’ di cubetti di cocozza, cedro e scorzette
un pezzetto di cannella , chiodi di garofano e noce moscata
un pizzico di ammoniaca  per dolci


Come si prepara:

Tritate in piccoli pezzetti le mandorle, il cedro, le scorzette ed i cubetti di cocozza.
Mischiate il composto ottenuto insieme alla farina.

Riscaldate il miele e, appena sciolto, unitelo alla farina, che avete disposto a fontana, insieme ad un pizzico di ammoniaca per dolci.

Lavorate l’impasto fino a quando questo non diventa sufficientemente omogeneo,.
Quindi ricavate  dei “salamini”  che sistemerete su una teglia unta e li piegherete dandogli la forma di una “S”,.

Schiacciateli leggermente.

Infornate a 170° per 15-20 minuti circa.



//atavolacondonmimi.myblog.it/images/bonappeti.gif

dada4b79a21725276c7d283.gif

 

 

 

 

 

I dolci campani di Natale: Gli Struffoli

Questo è un tipico dolce natalizio napoletano, la cui forma è a base di sfere ricoperte di miele e dai multicolorati diavulilli.
Poiché la penuria di certezze stimola la fantasia, qualcun altro si è inventato che struffolo derivi da strofinare: il gesto che compie chi lavora la pasta, per arrotolarla  a cilindro prima di tagliarla in palline.

I dolci campani di Natale: le Zeppole (Scauratielli)

Tipiche della costiera sorrentina, gli scauratielli sono ciambelline fritte preparate con una pasta a base di farina, acqua, latte ed anice, e condite con miele, diavulilli

 

I dolci campani di Natale: I Roccoco’

Il roccocò è un dolce napoletano prodotto con mandorle, farina, zucchero, canditi e spezie varie. Il roccocò è cotto al forno ed ha una forma tondeggiante simile a quella di una ciambella schiacciata della grandezza media di 10 cm.


Conosci cio’ che mangi:

b5a977ae46d30195d87b09d.jpgAnche i susamielli fanno parte dei dolci della tradizione natalizia campana; diffusissimi in tutta la regione, sono dei biscotti duri di forma rotonda o a esse, che, preparati in casa, venivano serviti al mattino del giorno di Natale insieme ai raffioli, ai mustaccioli ed ai roccocò.

La ricetta dei susamielli dice che dopo aver impastato farina, miele, noci tritate ed ammoniaca la pasta va stesa e si lavorano i biscotti per farli diventare della forma desiderata prima di infornarli. Una curiosità intorno al susamiello è che con questo termine, forse per la durezza e secchezza del biscotto, nel lessico tradizionale si indica una persona pesante e seccante.

Il detto del giorno:


NONNA-NONNA: CHI HA FATT’ ‘E FIGLIE, SE L’ADDORME

Ninna-nanna: chi ha fatto i figli, li faccia addormentare

Ossia

Un po’ come l’italianissimo “Ti è piaciuta la biciletta ? E mo’ … pedala !”
In generale: chi e’ causa delle proprie disavvenure… pianga se stesso…

 

mail.png
Inviate i vostri suggerimenti a

donmimi@email.it

banner-promo.gif

NAPULE-E-NA-VOTA.jpg


I dolci campani di Natale: I Susamielliultima modifica: 2010-12-20T10:02:00+01:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento