Peperoni imbottiti alla napoletana (Puparuole ‘mbuttunate)

1881478be69dd60752a3aea.jpgDifficolta’:

644e7a0001c9dece0675b7d.gif644e7a0001c9dece0675b7d.gif

 

 

Un classico della cucina partenopea…
‘e puparuole ‘e mamma’…
Il mio vicono di casa oggi li preparava a pranzo e mi ha fatto venire il volìo… [sarebbe in napoletano: una intensa voglia]

Ho calcolato un peperone a testa.
Decidete poi voi a seconda dell’appetito che avete…
Sti’ benedetti peperoni sono un po’ come le ciliege…  decisamente però un po’ più pesanti…

48px-Gnome-face-smile.svg.png

 

 

Cosa serve:

Per 4 persone

4 peperoni abbastanza grandi e sodi
1 kg. di melenzane
150 gr. di polpa di pomodoro.
50 gr. di capperi
100 gr. di olive nere di Gaeta
5 alici salate
aglio
un mazzetto di prezzemolo fresco
olio
250 gr. di pane raffermo tagliato a dadini
sale

Come si prepara:

Lavate le melanzane; tagliatele a dadini e ponetele in acqua e sale per una mezz’ora…
Poi sciacquatele per bene e strizzatele.
Friggetele in abbondante olio ponendole poi su carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso.

Fiammeggiate i peperoni fino a che la pelle sia bruciata, spellateli facendo attenzione a non romperli e privateli delicatamente del torsolo.

In una padella appena unta d’olio fate soffriggere per qualche minuto il pane raffermo (tagliato a dadini), le olive snocciolate, i capperi dissalati, le acciughe tagliate a pezzi e private della lisca, l’aglio tritato e due cucchiai di polpa di pomodoro.
Spegnete ed unitevi il prezzemolo tritato e una spolverata di pepe.

Aggiungete poi a questo intingolo le melanzane precedentemente fritte e amalgamate bene il composto.

Imbottite con questo miscuglio i peperoni dalla parte terminale, dove avrete tolto il torsolo.
Disponeteli quindi, uno ad uno ed in un solo strato in una pirofila unta, cospargendoli con un po’ d’olio extravergine d’oliva , un po’ di pangrattato e un pizzico di sale.
Passate al forno caldo per 40 minuti circa a calore medio.

Per abbreviare e semplificare la preparazione di questo piatto potrete fare a meno di arrostire i peperoni, farcendoli crudi.
Il resto dell’operazione non varia e la cottura avverrà tutta al forno.
II risultato sarà però meno entusiasmante a causa della pelle dei peperoni.

 

 

dada4b79a21725276c7d283.gif

 

 

 

 

 


Peperoni ripieni di bucatini

Con 4 peperoni di medie dimensioni ed un po’ di bucatini andiamo a creare un primo piatto davvero sfizioso ed intrigante…

 

Linguine con code di gamberi e peperoni

Uhm… vi leccherete i baffi…
Volete risparmiare ? Prendete le code di gamberi surgelate.

 

Polpettine al sugo con peperoncini  verdi

Un po’ di carne macinata (meglio se di maiale) con cui farete delle polpettine. Con l’aiuto di un po’ di peperoncini verdi (o friggitelli) e pomodori preparerete un piatto da leccarvi i baffi… pure se non li avete ! E chi non e’ a dieta… fara’ anche la scarpetta !


Spaghetti ai peperoncini  verdi

Colateli su carta assorbente da cucina e salatei. Rosolate l’aglio in 5 cucchiai di olio extravergine. Lessare gli spaghetti, colateli e versatei nel tegame con l’aglio. Aggiungete a questo punto i peperoncini, del basilico tritato, sale e pepe.


Spaghetti con alici fresche, spunzilli e…

Mettete a soffriggere uno spicchio di aglio tritato, i peperoncini verdi dolci tagliati ad anelli, le alici deliscate e fatte a pezzetti e i pomodorini a dadini e le olive private del nocciolo. Aggiungetevi un mestolo dell’acqua di cottura della pasta e un pizzico di sale.

Conosci cio’ che mangi:

6ee33a0c74d9379317ea277.jpgIl peperone ha fatto la sua comparsa sulle tavole europee quando venne importato in Spagna verso la metà del 1500; poi arrivò in Italia, e solo nel 1700 in Ungheria, una delle principali produttrici di paprika, spezia ottenuta da particolari varietà di peperoni, che vengono fatti essiccare, ridotti in polvere e mescolati con farina di frumento.
Il nome latino “capsicum” deriva da capsa= scatola, per la particolare forma del frutto che ricorda proprio una scatola con dentro i semi.

 

 


Il proverbio del giorno:

Quanno si’ ‘a ‘ncunia, statte; quanno si’ martiello, vatte
Quando sei incudine, statti; quando sei martello, batti

Ossia

Se devi subire per forza devi accettare, ma se sei tu a dettare le regole, allora imponiti

 

mail.png
Inviate i vostri suggerimenti a

donmimi@email.it

banner-promo.gif

NAPULE-E-NA-VOTA.jpg

 

 

 

Peperoni imbottiti alla napoletana (Puparuole ‘mbuttunate)ultima modifica: 2010-11-29T13:28:00+01:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Peperoni imbottiti alla napoletana (Puparuole ‘mbuttunate)

  1. F I N A L M E N T E ! ! !
    quasi in modo combattivo, tra amici e parenti (come si suol dire) ho portato la tesi del peperone imbottito presentato da voi come la ricetta originale; in particolare per gli ingredienti; tutti mi contestano la pochezza degli stessi, ma io sottolineo con veemenza, la distinzione che faceva la buonanima di mia madre : peperoni arrostiti e spellati,melanzane a funghetto, olive di gaeta, capperi, tocchetti pane fritto, filetto di alici salate, polpa di pomodoro, basilico ed olio d’oliva, sono gli ingredienti del vero “puparuolo imbottonato e piererotta. quelli con carne, formaggio, uova e quant’altro, sono dei semplici … peperoni ripieni…ah! nun c’ha facevo chiu’!!!

Lascia un commento