Insalata di rinforzo

395cdbde5a022155ca5306cad47f4d7f.jpgDifficolta’:

stellina_gialla.jpg



L’insalata di rinforzo a base di cavolfiori e sottaceti è una tipica ricetta napoletana che si prepara per le feste natalizie come sfizioso antipasto o contorno al baccalà fritto o all’insalata.

48px-Gnome-face-smile.svg.png


 

 

Cosa serve:

Per 4 persone

1 cavolfiore di grandezza media
2 o 3 pappacelle (peperoni sottaceto)
4 acciughe
100 gr.olive verdi e olive nere
2 cetriolini sottaceto
capperi
olio extravergine d’oliva
sale e aceto q.b.

Come si prepara:

Pulite i cavolfiori, separate le cime e lavatele.
Lessate per circa 15 minuti le cimette in acqua salata e poi scolatele.

Non si devono assolutamente rompere ne’ sbriciolare; è indispensabile che rimangano croccante.
Nel frattempo snocciolare le olive, tagliate a filetti le papaccelle.
Tagliate a rondelle i cetriolini e strizzare i capperi.
Riunite tutto in una ciotola (aggiungete anche le acciughe e le olive e condite con aceto,

Regolate eventualmente di sale.

Mescolate delicatamente e lasciate insaporire(preferibile preparala in anticipo).

dada4b79a21725276c7d283b6e600d56.gif

 

 

 

 

 

0be49546e33b98455b55328ee96db050.jpgBaccala’ alla francese (Mussillo ‘e baccala’ ‘a frangese)

A dispetto del nome si tratta una ricetta tipica campana…
Il mussillo (la parte dorsale del baccala’) e’ davvero gustoso cucinato in questa semplice maniera…

 

32da622e060f00ac85137570d776de6c.jpgFrittelle di baccala’ in pastella (Baccala’ cu’ ‘a pastetta)

Ci avviciniamo alla vigilia di Natale ed un classico che non manca mai sulle tavole dei napoletani in questa occasione sono le frittelle di baccalà…


36ad03fc2284918570caf585a619e986.jpgIl cappone imbottito (‘O cappone ‘mbuttunato)

Per il giorno di Natale un classico e’ il cappone imbottito !
Ottimo per ottenere un buon brodo con cui cuocere dei buoni cappelletti.


ca38ca9b9b2e22896d110785d2405b03.jpgLa minestra maritata (A’ menesta maretata)

Oggi caduta purtroppo un po’ in disuso, era una delle tipiche pietanze dei napoletani, che la mangiavano quasi ogni giorno, e che contribuì a far appioppare loro l’appellativo di mangiafoglie.
Molto probabilmente è derivata dall’olla podrida, ncetta della gastronomia spagnola.

Vedi la speciale scheda che ho prepato a riguardo…

 

e19c2312d7207acd005b1071e9ddc735.jpgPizza di scarola

Un piatto tipico della cucina classica napoletana e’ la pizza di scarola.
Di solito viene preparata (per tradizione) alla vigilia di Natale, per essere consumata in occasione del pranzo.
Da noi la vera abbuffata avviene infatti la sera della Vigilia per poi consumare un pasto piu’ leggero il giorno di Natale.

2df42eace774a70b8803e980803aa6cb.jpgScarola imbottita (‘A scarola ‘mbuttunata)

Ottima la scarola liscia che viene consumata come insalata sia cruda o cotta, o al gratin, cioè ripassata in forno a gratinare.
In questa occasione ve la suggerisco imbottita.

Conosci cio’ che mangi:

b733f89f3d69f1b31cf9594b87c5e516.jpgIl cappero (Capparis spinosa L.) è un arbusto tipico della flora mediterranea (famoso quello di Pantelleria), che ha la caratteristica di crescere sui vecchi muri, nelle fessure delle rocce e nelle pietraie, soprattutto delle zone di mare: ha una parte basale e legnosa costituita dal tronco, e le parti superiori costituite da rami di consistenza erbacea.

Per utilizzare i capperi nelle varie preparazioni in cucina non sono necessari particolari accorgimenti: si prendono nella quantità da utilizzare e si lavano con acqua corrente, togliendo il sale di conserva, oppure, se si desiderano un po’ meno salati, si lasciano in una ciotola con acqua per circa un’ora, dopo di ché sono pronti per l’uso.

Per conservare i capperi, qualora siano stati acquistati in una confezione a sacchetto, basta travasarli con il sale di conserva in un barattolo di vetro e richiuderli con la capsula a vite, in modo che non perdano l’umidità, essiccandosi.

Così conservati, se i capperi sono quelli di Pantelleria, possono durare anche degli anni mantenendo sempre le loro ottime caratteristiche organolettiche.

 

 

Il proverbio del giorno:

‘O pesce fete d’ ‘a capa

Il pesce puzza dalla testa

Ossia:

In una famiglia di gente scontrosa e’ gia’ il capo famiglia ad essere molto litigioso

 

mail.png
Inviate i vostri suggerimenti a

donmimi@email.it

NAPULE-E-NA-VOTA.jpg


Insalata di rinforzoultima modifica: 2010-10-08T19:28:00+02:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento