Calamari ripieni con gamberi e verdure

625d5db11c0b1ca7f67edcd5df2212ef.jpgDifficolta’:

stellina_gialla.jpg

stellina_gialla.jpg

stellina_gialla.jpg

 


I calamari sono degli ottimi “contenitori” per ogni sorta di ripieno, data la loro forma a sacchetto.

Lo so… e’ un po’ lavorata questa ricetta.

Pero’ il risultato vi ripaghera’ del tempo e dell’impegno dedicato…

48px-Gnome-face-smile.svg.png

 

 

 

Cosa serve:

Per 4 persone

4 calamari da 400 gr. ciascuno già puliti
500 gr. di polpa di pomodori
150 gr. di gamberetti sgusciati
100 gr. di piselli
100 gr. di carote
100 g. di olive nere
20 g. di capperi sotto sale
1 peperoncino piccante
2 spicchi d’aglio
pane grattugiato q.b.
1 patata
50 gr. di erba cipollina
1 ciuffetto di prezzemolo
1/2 bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe

 

Come si prepara:

Se non siete riusciti a trovare dei calamari gia’ puliti…
pulite con cura i calamari (guarda video).

Sbollentate i gamberetti in acqua salata e scolateli.
Fate bollire per pochi minuti i piselli e le carote pelate e tagliate a dadini.
Scolateli.

Tritate i tentacoli,con uno spicchio d’aglio, le olive snocciolate, capperi dissalati, peperoncino, prezzemolo, uno o due pomodori, sale e il pane grattugiato necessario per ottenere un ripieno ben consistente.
Passate il ripieno per qualche minuto in un tegame con un filo di olio extravergine d’oliva.

In una ciotola riunite i gamberetti, il ripieno appena preparato e le verdure e amalgamate mescolando bene il tutto.
Profumate con l’erba cipollina tagliuzzata con le forbici.

Riempiete (con una siringa da dolci  o con un cucchiaino) i calamari per 3/4 della loro lunghezza con il ripieno e chiudeteli con uno stecchino.

Mettete dell’olio extravergine d’oliva in una padella con uno spicco di aglio, e cuocetevi i pomodori a pezzi.
Salate, e poi mettete nel tegame i calamari ripieni, dopo un paio di minuti, bagnate con il vino bianco.

Fate cuocere per una trentina di minuti, aggiungendo dell’acqua calda se il sugo si asciuga troppo.
Se i calamari dovessero gonfiarsi, per evitare che scoppino, bucateli con uno stecchino.

Impiattate e servite profumando il tutto con qualche ciuffetto di prezzemolo.

 

dada4b79a21725276c7d283b6e600d56.gif

 

 

 

 

 

a5938054bfae999d760526c7cb2b45c5.jpg

Calamari in umido

Con i calamari in umido occorre scegliere un vino bianco garbato, avvolgente e allo stesso tempo di carattere…

 


fbc888ad7a92c3f4ec99da3090d18c07.jpgTagliolini con calamari e patate

Un piatto di pasta dove insolitamente abbiniamo calamari con patate tagliate a julienne…
Provate  e non ve ne pentirete !

 

 

5273a67c680a6136f9e7e255593c638a.jpgCalamari ‘mbuttunate (calamari imbottiti)

Preparate i calamari ripieni con abbondante anticipo rispetto all’orario del pasto, perché sono da gustare freddi.
In questo modo, infatti, il ripieno ha la possibilità di addensarsi all’interno del calamaro, rendendo più agevole

bad973147a3fcf363bb0fe2cc99a2016.jpgLa Calamarata

La calamarata è un formato di pasta tipico di Gragnano (comune poco distante da Napoli).
Una pasta che ha per l’appunto la forma di anello e si presta alle più svariate preparazioni. Disponibile nelle versioni “liscia” e “rigata”.


9b302113e6ec3e8b54a137d152cdef55.jpgFrittura di calamari

Ottimo secondo piatto o piatto unico !
Puo’ benissimo essere accompagnato  da una fresca insalatina e da tanto profumato succo di limone…
meglio se di Sorrento !


aaf8cd7f00eba6ca4f4c51f6c5bc3842.jpgCalamaretti fritti ripieni

Avrete senz’altro gustato i calamari fritti tagliati ad anelli..
stavolta vi invito a provarli utilizzandone interamente la sacca farcita con fagioli…

 

 


1969f7f0da4e5c08d87f8ffdbff4c94a.jpgPaccheri con calamari al sugo

Un’altro piatto con i calamari… visto che piacciono a molti di voi !
Semplice e buono !

 

 

Conosci cio’ che mangi:

calamari.jpg&t=1I calamari sono venduti freschi o congelati; è preferibile scegliere molluschi piccoli (più giovani) perché sono più teneri e gustosi. Le carni sono magre, con un buon contenuto di vitamine e sali minerali, ma sono ricche di tessuto connettivo, per cui richiedono una buona masticazione. Gli esemplari freschi hanno un colore intenso e brillante; quando non sono freschi tendono a ingiallire.
A causa del basso contenuto calorico e del relativamente alto indice di sazietà, il calamaro è un’ottima fonte di proteine a basso tenore calorico.
Se avete problemi di dieta converra’ astenersi dal consumarlo fritto, come invece è tradizione; preferibilmente, va gustato in insalate di mare con poco olio (meglio aceto balsamico) oppure in umido con altri molluschi.

Il proverbio del giorno:

‘O peggio surdo e’ chillo ca nun vo’ sntere
Il peggior sordo e’ quello che non vuole sentire

Ossia:

E inutile dare consigli a chi non vuole ascoltarli

 

mail.png
Inviate i vostri suggerimenti a

donmimi@email.it

Calamari ripieni con gamberi e verdureultima modifica: 2010-10-08T20:14:00+02:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento