Pacccheri alla Genovese di Tonno

884076af98f5e767f24143a3f60a39ce.jpgDifficolta’:

stellina_gialla.jpg

stellina_gialla.jpg


 

La genovese è un piatto che a Napoli ricorda un po’  i tempi della famiglia unita, forse quella che non esiste più..
Quando la domenica arrivava a tavola in una sola zuppiera dove tutti potevano attingere era considerato una sorta di rituale magico che ogni napoletano si porta nella vita fin da bambino…
Gia’ ho proposto la ricetta tempo fa (vedi scheda) e ora la ripropongo in una gustosa variante che ho avuto modo di assaggiare al Ristorante Che Fresco ! di Paestum (vedi scheda)
48px-Gnome-face-smile.svg.png

 

 

Cosa serve:

Per 4 persone

350 gr. di paccheri
1 carota
1 costa di sedano
1,5 kg di cipolle bianche
300 gr di filetto di tonno fresco
Olio extravergine d’oliva

Come si prepara:

Tritate la carota e il sedano e fateli rosolare nell’olio extravergine d’oliva per qualche minuto.
Aggiungete le cipolle tagliate a fettine sottili.
Lasciate stufare a fuoco molto lento per circa due ore.
Preparate intanto del brodo vegetale (sedano, carote e cipolla) che aggiungerete di tanto in tanto non appena vi accorgete che il sugo si sta asciugando troppo.

Quando otterrete una crema di cipolla e’ il segnale che il composto ha raggiunto il giusto grado di cottura.

A questo punto versate il filetto di tonno tagliato a dadini piuttosto grossi e lasciate cuocere a fuoco leggermente vivace per cinque minuti. Regolate di sale.

Lessate i paccheri  in abbondante acqua salata e scolateli bene al dente.
Saltateli per pochissimi minuti nel padellone con il sugo di cipolle e tonno.
Impiattate e profumate con qualche fogliolina di basilico fresco…

dada4b79a21725276c7d283b6e600d56.gif

d84c86575e58ca444a7b265566c76e0d.jpg

Trancio di tonno con menta, pomodorini e birra

Il tonno è un pesce dalle carni molto serrate e dal sapore abbastanza robusto, quasi paragonabile a quello delle carni di bovino.

 

04fd7b90e57389e3aee364381e5e182c.jpgInsalata di fusilli alla Don Mimi’

Quando fa caldo l’idea giusta puo’ essere una bella insalata di pasta.
E ‘ risultata gradita ai partecipanti al banchetto per cui la propongo pure  a voi…Facile la preparazione e graditissima soprattutto nel periodo estivo…

 

Conosci cio’ che mangi:

d15e9634853ddba71f4a206f5cd99ba5.jpgNel Mediterraneo si trova il tonno rosso, chiamato così a causa del colore della carne, l’alalunga o tonno bianco, considerato molto pregiato. Queste due varietà solitamente vengono vendute a tranci o filetti, mentre il tonnetto o bonito, striato o liscio, di qualità inferiore, viene venduto intero.

Quando la acquistate controllate la polpa del tonno che deve risultare ben salda alla lisca, il colore deve essere vivo e l’odore gradevole. Date un’occhiata anche alla pelle che deve risultare lucida.
Se premendo la polpa con un dito , rimane l’impronta, vuol dire che il pesce non è fresco ma è stato pescato già da diverso tempo o scongelato.

Il tonno è un pesce sicuramente grasso, ma ricco di proteine e sali minerali per questo considerato ricostituente ed energetico. Può risultare di difficile digestione, e il suo consumo deve essere limitato in soggetti con problemi di gotta e sovrappeso.

Il proverbio del giorno:

  • Chi me vo’ male adda fà ‘e piere fridde e a folla attuorno ‘o lietto.
Chi mi vuol male deve avere i piedi freddi e la folla intorno al letto.

Ossia:

Chi vuole il mio male deve praticamente passare a miglior vita… !

 

mail.png
Inviate i vostri suggerimenti a

donmimi@email.it

Pacccheri alla Genovese di Tonnoultima modifica: 2010-09-29T12:29:00+02:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento