La pizza «egiziana» mette in discussione quella napoletana…

32db1d66f3300b9106fdd04bf56d48b6.jpgA Milano ci sono 119 pizzaioli egiziani contro 31 campani di cui solo 10 napoletani ‘doc’.
A Roma il 18,1% delle pizzerie è gestita da egiziani e il 10% nella giovane provincia di Monza e Brianza.

La tradizione resiste ancora a Napoli dove solo due egiziani risultano titolari di un ristorante e nessuno registrato come pizzeria. È la fotografia che emerge da una elaborazione Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese al quarto trimestre 2009 e a gennaio 2010 relativamente ai titolari di imprese individuali attive che dichiarano nella attività di impresa di produrre e commercializzare pizza.

Una curiosita’:

Gli egiziani inventarono il forno, di questo abbiamo informazione certa, che era a forma di cono. Il fuoco si metteva dentro, fuori si appiccicavano letteralmente i panetti: quando cadevano voleva dire che erano cotti da una parte, ma venivano riappiccicati dall’altra per completare la cottura. Solo in un secondo tempo venne l’idea di dividere in due il forno per mettere sotto il fuoco e sopra, per cuocere, le schiacciate di pasta e acqua lievitate.

Fonte: Libero.it


La pizza «egiziana» mette in discussione quella napoletana…ultima modifica: 2010-08-17T12:31:00+02:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento