Pizza di scarola

4c38e92ff452ba0cfdcb012ecfc20ee2.jpgDifficolta’:

644e7a0001c9dece0675b7de4b812390.gif644e7a0001c9dece0675b7de4b812390.gif

 

 


Un piatto tipico della cucina classica napoletana e’ la pizza di scarola.
Di solito viene preparata (per tradizione) alla vigilia di Natale, per essere consumata in occasione del pranzo.
Da noi la vera abbuffata avviene infatti la sera della Vigilia per poi consumare un pasto piu’ leggero il giorno di Natale.

 

48px-Gnome-face-smile.svg.png

 

 

 

Cosa serve:

Per l’impasto

450 gr. di farina bianca
1,5 Kg di scarola liscia (indivia)
30 gr. di lievito di birra
40 gr. di strutto

Per il ripieno

50 gr. di uvetta sultanina
60 gr. di acciughe sotto sale
1 cucchiaio di capperi

1 dl. di olio extravergine di oliva
1 peproncino rosso piccante
2 spicchi d’aglio
100 gr. di olive nere di Gaeta
30 gr. di pinoli
sale e pepe


Come si prepara:

Fate sciogliere il lievito in un dl di acqua tiepida.
Impastate la farina con lo strutto, il lievito e un generoso pizzico di sale.
Dividete a questo punto l’impasto in due parti, una piu’ piccola dell’altra.
Date ad entrambe la forma di una palla e ponetele in due terrine infarinate.
Coprite con un canovaccio umido e fate lievitare per 1 ora circa.

Nel frattempo ammollate l’uvetta in acqua fredda.
Lavate bene le acciughe e i capperi per eliminarne il sale.
Mondate la scarola, lavatela e sbollentatela.
Scaldate in un tegame largo 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva con il peperoncino e gli spicchi d’aglio a fettine.

Aggiungete le acciughe e scioglietele aiutandovi con una forchetta. Unite la scarola spezzettata, regolate di sale e pepe.
Aggiungete le olive nere snocciolate e spezzettate, l’uvetta scolata e i pinoli.
Fate insaporire il tutto per una decina di minuti.

Ungete d’olio una teglia di 24 cm. di diametro, stendete con le mani la palla piu’ grande, formando un disco con cui foderare la teglia.
Distribuitevi il composto di verdura e coprite con l’altro pezzo di pasta dopo averlo steso.

Sigillate bene i bordi pizzicandoli e pennellate la superficie con poco olio.
Bucherellatela con uno stecchino e infornate a 200 gradi per circa 40 minuti.

Sfornate ma fate intiepidire bene prima di servire.

dada4b79a21725276c7d283b6e600d56.gif

 

 

 

 

 

c4c4db9af8c3194a2af2f137fab8cdad.jpgTortino di melanzane

Dopo il Tortino di broccoletti e salsiccia di una settimana fa, ho sperimentato un tortino farcito con melanzane, ricotta e scamorza e devo dire che il risultato mi è sembrato davvero entusiasmante…!
Passo ad illustrarvi questa semplice e gustosa ricetta…

 

6980360360fc456f15d8b1a396b89da2.jpgTortino con broccoletti e salsiccia

Ho sperimentato anche l’abbinamento broccoletti-salsicce-scamorza affumicata e devo dire che il risultato e’ ottimo !

La lavorazione è abbastanza semplice e non richiede molto tempo…
siete disposti a leccarvi i baffi anche se non li avete ?

2df42eace774a70b8803e980803aa6cb.jpgScarola imbottita (‘A scarola ‘mbuttunata)

Ottima la scarola liscia che viene consumata come insalata sia cruda o cotta, o al gratin, cioè ripassata in forno a gratinare.
In questa occasione ve la suggerisco imbottita.

 

8842095cf66fc2e9d087bc7c610f643b.jpgPizza imbottita con salsicce, friarielli e provola

La ricetta che vi propongo è l’ideale da realizzare nel caso di festa o Happy Hour… a cui partecipano molte persone…
Sono certo che tutti gradiranno la portata  perchè l’abbinamento salsicce-provola-friarielli grantisce un ottimo risultato !


Conosci cio’ che mangi:

4f26ae598d48d6cbb2e81af70d43d5aa.jpgLa scarola liscia è un tipo di indivia. Come tutte le cicorie e le altre verdure appartenenti a questa famiglia, è apprezzata fin dall’antichità, si dice, per le sue proprietà toniche, depurative e diuretiche, che del resto vengono confermate anche dalla scienza moderna.
Questa insalata ha foglie larghe, di forma ondulata e margini ripiegati verso il centro. Di consistenza croccante, di colore verde e bianco, il suo sapore rimane leggermente amaro. Un po’ piu’ amara invece e’ la varieta’ di scarola detta riccia.
Viene consumata come insalata sia cruda o cotta, o al gratin, cioè ripassata in forno a gratinare.Dal punto di vista nutrizionale va evidenziato il buon contenuto di vitamina A.

Il proverbio del giorno:

Chi sparte, ave ‘a meglia  parte
Chi divide ottiene la migliore parte

Ossia:
Chi divide cerca sempre di prendersi la parte migliore

mail.png
Vuoi essere avvisata ogni volta che viene pubblicata una nuova ricetta ? Manda una email a donmimi@email.it con oggetto: “avvisami di nuova ricetta”

In qualsiasi momento potrai sospendere il servizio.

 

banner-promo.gif

NAPULE-E-NA-VOTA.jpg

Pizza di scarolaultima modifica: 2010-07-26T12:29:00+02:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo