Spigole all’acqua pazza

c73f2a0e89275ee53cc52c6b2ed110b6.jpgDifficolta’:

stellina_gialla.jpg

stellina_gialla.jpg


 

La cottura consigliata per la spigola è alla brace ma anche al forno e’ ottima…
potete tuttavia gustarvela ugualmente anche se non avete a disposizione la griglia.
Cucinandola ad esempio al cartoccio o, appunto, all’acqua pazza.

48px-Gnome-face-smile.svg.png

 

 

Cosa serve:

Per 4 persone

4 spigole da 350 g ciascuna
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
6 spicchi d’aglio
500 gr. di pomodonnl di collina
1 peperoncino piccante
1 mazzetta di prezzemolo fresco
2,5 di di vino bianco secco


Come si prepara:

Meglio se il vostro pescivendolo ha gia’ pulito e squamato le spigole.
Vi risparmierete la parte piu’ seccante del lavoro…

Fate scaldare l’olio in una teglia larga e a bordo alto, unite gli spicchi d’aglio sbucciati e leggermente schlacciati, il peperoncino rosso grossolanemente spezzettato e fate rosolare.

Aggiungete i pomodorlnl mondati e divisi a metà.
Salate e bagnate tutto con il vino bianco e 2,5 di acqua tiepida.
Fate cuocere fino a quando il liquido inizierà a bollire.

Aggiungete le spigole voltandole delicatamente durante la cottura.

Cuocetele delicatamente per 10 minuti per lato. Regolate di sale.
A cottura ultimata servite immediatamente coprendo ogni spigola con un po’ del brodetto del tegame e cospargendo la preparazione con il prezzemolo grossolanamente spezzettato.

 

dada4b79a21725276c7d283b6e600d56.gif

 

 

 

 


29dfec6da08c236b0375c0b798597939.jpgFiletti di platessa alla sorrentina

Un piatto di pesce veloce da preparare, gustoso e nutriente ?
Eccolo qui…

 

1dc6879979237a53224017b3cad8df26.jpgSpigole al forno alla Don Mimi’

La cottura consigliata per la spigola è alla brace ma anche al forno e’ ottima…
potete tuttavia gustarvela ugualmente anche se non avete a disposizione la griglia.
Cucinandola ad esempio al cartoccio o, appunto, al forno come vi suggerisco con questa mia ricetta.

2b983a04517b76ba4626b820a05bd21c.jpgAlici imbottite

In questa ricetta tipica della Costiera Amalfitana, vedremo come ben si sposa la provola affumicata con le alici creando un delizioso connubio terra-mare !

 

 

44366a4df9660ca2414f03d4e76c98c4.jpgBaccala’ alla partenopea

Il baccala’ e’ un classico della cucina napoletana e si puo’ cucinare in vari modi.
Eccovi una delle versioni piu’ tipiche…

 

 

e7bd61a54aa82c3f624009224df472b6.gifPesce spada con pomodoro, olive e capperi

I capperi esaltano in maniera sublime il sapore del pesce spada…
Eccovi una semplice ricetta per preparare un secondo gustoso e ricco di omega 3 !

 


Conosci cio’ che mangi:

2317469b058d332ae3ffb1ab0121ffaa.jpgSpigola è la denominazione ufficiale, ma sui banchi del pesce la potete trovare anche come “branzino“, oppure come “ragno“, soprattutto in Toscana, o anche col nome di “lupu” come la chiamano in Sicilia.

E’ un pesce che vive nel Mediterraneo e nell’Atlantico Orientale a limitata profondità. Ha dorso bianco e fianchi grigi, il ventre è argenteo; è facilmente distinguibile grazie alle sue pinne dorsali e può raggiungere la lunghezza di un metro. Ha carne bianca magra, soda e profumata che resiste molto bene alla cottura, per questo motivo risulta essere uno dei pesci più apprezzati.

Il branzino o spigola di allevamento non è particolarmente magro, infatti contiene il 7% di grassi, i quali però sono salutari perchè ricchi di omega 3, che protegge cuore e arterie.

Se intendete conservare il pesce in frigo è importante eviscerarlo, perchè le viscere sono la parte che si deteriora prima. Una volta pulito, copritelo con della pellicola; se il pesce è molto fresco può essere conservato in frigorifero fino a 48 ore.

 

Il proverbio del giorno:

VA’ ADD’ ‘O PATUTO E NUN GHJI’ ADD’ ‘O SAPUTO

Va dal sofferente e non dal dotto

Ossia:

Spesso, l’esperienza pratica vale molto più della teoria

 

mail.png
Inviate i vostri suggerimenti a

donmimi@email.it

Spigole all’acqua pazzaultima modifica: 2010-10-05T14:45:00+00:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento