Linguine allo scoglio

5950635d4d17ab466411590397c376cb.jpgDifficolta’:

stellina_gialla.jpg

stellina_gialla.jpg



La preparazione delle linguine allo scoglio richiede molti ingredienti e diverse qualità  di crostacei e molluschi.


Un piatto ricco di pesce, leggermente costoso, ma ottimo.
Non e’ difficile la preparazione ma richiede un po’ di tempo e dedizione…

 

Cosa serve:

Per 4 persone

350 gr linguine
300 grammi di pomodori ciliegina
300 grammi di polpo tagliato a cubetti
8 scampi grandi
8 gamberoni (o mazzancolle)
300 gr di calamaretti
300 gr di cozze
300 gr di vongole
2 spicchi d’aglio
prezzemolo
olio extravergine di oliva
1/2 bicchiere vino bianco
sale
1 peperoncino piccante

 

Come si prepara:

Il mio consiglio e’ di acquistare tutti gli ingredienti freschi… magari i polpi potete prenderli tranquillamente surgelati. Anzi saranno in tal modo piu’ morbidi… Calamaretti, gamberi e scampi al limite va bene anche surgelati ma mi raccomando… cozze e vongole che siano fresche !

Prendete una padella capiente e fate dorare l’aglio nell’olio unito al peperoncino a fuoco lento.

Fatto ciò versate nella padella le vongole fche in precedenza devono aver “spurgato” almeno una notte nell’acqua e sale in modo da eliminare residui di sabbia.  Ricordate che questa operazione e’ molto importante… basta che una sola vongola contenga della sabbia per rovinare tutto !

Cuocete per qualche minuto aggiungendo anche un bicchiere di vino bianco. Fate sfumare.

Appena le vongole si saranno aperte aggiungete le cozze e fate andare per qualche minuto prima di mettervi dentro anche  i gamberoni,gli scampi e i calamaretti.
Mantenete il tutto a fuoco lento per 5 minuti mescolando di tanto in tanto.
Spegnete la fiamma.

In una pentola a pressione riempita con pochissima acqua, fate cuocere il polpo per 30 minuti circa per poi tagliarlo a cubetti. Aggiungete il polpo a pezzetti al resto del pesce in padella.

Tagliate ora i pomodorini a metà  e versateli nella padella e mischiate tutto accuratamente in modo da cuocere bene il tutto.
Nel frattempo lessate le linguine e appena saranno al dente colatele e aggiungetele al preparato di pesce.
Fate saltare per meno di un minuto in modo che le linguine si insaporiscano per bene.

Spolverate con un po’ di prezzemolo tritato ed impiattate…48px-Gnome-face-smile.svg.png

 

dada4b79a21725276c7d283b6e600d56.gif

 

 

 

 

814f5899a92f670b0f785b02d2711cf2.jpgLinguine con code di gamberi e peperoni

Volete risparmiare ? Prendete le code di gamberi surgelate.

Facendole cuocere pochissimo saranno comunque tenere e  gustose…

 

20d91891e764b9033a2760bc74596d5a.jpgPenne con zucchine e gamberi

Spuntate e lavare le zucchine che  affetterete a rondelle abbastanza sottili.
In un tegame capiente fate imbiondire uno spicchio d’aglio in compagnia di un piccolo peperoncino rosso piccante in un po’ di olio extravergine…


7e2c7965517692b877fa9a28ab694882.jpgZuppetta alla marinara

Un po’ lunga la preparazione… ma di semplice esecuzione.
Un piatto da realizzare di domenica quando c’e’ un poco piu’ di tempo… ma alla fine vi leccherete i baffi !

 

 

afb9ad657e92634f6d9b922acf72f9f1.jpgTagliatelle alla Boccaccio

Potremmo definirla una ricetta “mare e monti”. La presenza dei gamberetti e del salmone ben si sposa con i funghi porcini offrendo un sapore particolare e delicato a questo piatto.

 

 

 

6eb7d692895afc12867cf5757e40e779.jpgGamberoni gratinati con patate e carciofi

Si tratta di un piatto che prevede una lavorazione un po’ lunga ma, credetemi, non ve ne pentirete !

 

 

694a059dab4b5816a00966295f4a4f33.jpg Scialatielli con cozze e vongole

Ah.. gran bella cosa gli amici… specialmente se ti invitano a pranzo !
Come di consueto Vittorio si e’ mostrato abile chef nel cucinare un piatto che ci propone ogni volta che andiamo li’…


9b0a80306c0b61558b1d42319dcd2340.jpgA ‘mpepata e’ cozze (Impepata di cozze)

A ‘mpepata e cozze, come viene chiamata a Napoli l’impepata di cozze, è uno dei piatti della cucina italiana più semplici da preparare ma allo stesso tempo uno dei più gustosi e graditi, grazie anche alla sua versatilità: può essere, infatti, servito sia come antipasto che come secondo di pesce.

216bdc68c3a1f3a6283b88690058ce2d.jpgPaccheri con fiori di zucca e cozze

Un piatto estivo.
E’ facile, veloce e soprattutto… gustoso !

 

 

1a03b69938fb638d358e7d9ae34147a1.jpgCome pulire le cozze

Eccovi passo passo una video-guida che potra’ tornarvi utile se non avete molta dimestichezza con questi molluschi !

 

 


Conosci cio’ che mangi:

b17b534d5f46896849d5461195f9d2d1.jpgI gamberi sono crostacei di taglia medio-piccola (a seconda della varietà), presenti prevalentemente nel Mediterraneo e nell’Atlantico. Il corpo è diviso in due parti: l’anteriore che comprende testa e torace e la posteriore che comprende l’addome segmentato. Il torace è coperto dal carapace con spine, appendici, antenne e piccole pinze. Hanno una carne molto pregiata, dal sapore delicato.

I gamberi sono alimenti estremamente delicati, che devono essere consumati o congelati il prima possibile. Conservarli in frigorifero, ben coperti da pellicola alimentare o chiusi in un sacchetto freezer, per 1 giorno al massimo.

 

77ccd97198a6f38e2c71475b34721e12.jpgLo scampo e’ un crostaceo molto apprezzato da noi per la sua carne pregiata dal gusto delicato , morbido e gustoso.
Ha il corpo allungato e snello, nella parte anteriore del corpo il carapace è coperto di spine da cui partono 13 paia di appendici, la coda è a ventaglio ed è provvisto di 2 chele lunghe e sottili con spine.
Ha colore rosato con sfumature bianco-giallo-arancio.
Raggiunge la lunghezza di circa 25-30 cm. ma i scampi normalmente pescati non superano i 20 cm.

Si consuma prefribilmente fresco , ha un costo elevato. Spesso la pesca nazionale non è in grado di soddisfare le richieste del mercato per cui vengono venduti scampi congelati pescati in altri mari.

Il proverbio del giorno:

Se dice ‘o peccato, ma no ‘o peccatore

Si dice il peccato, ma non il peccatore

Ossia

Si puo’  pure parlare di un misfatto, ma non di chi la commesso

mail.png
Inviate i vostri suggerimenti a

donmimi@email.it

Linguine allo scoglioultima modifica: 2010-09-13T20:11:00+00:00da incredinews
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Linguine allo scoglio

Lascia un commento